Nuova Norma ISO-16890

immagine copertina

A Giugno 2018 è entrata in vigore la nuova normativa ISO 16890 riguardo la filtrazione per le unità di ventilazione e trattamento aria. In calce riportate, le tabelle riassuntive (per ora solo in lingua francese) riguardo i filtri delle unità residenziali e per industriale con la nuova nomenclatura.

 

Non si parlerà più di filtrazione G4 o F7, ma si dovranno indicare le percentuali di PM filtrato.

 

La normativa è stata introdotta per regolamentare quanto segue:

 

Unificazione delle classificazioni dei filtri nel mondo:

Attualmente ci sono diversi standard sui filtri (USA, Cina, Europa, Medio Oriente …), le classifiche e le metodologie di misurazione sono diverse.

Il nuovo standard consentirà di avere una classificazione comune e uguale per tutti.

 

Migliore identificazione della vera efficienza dei filtri:

L’attuale norma europea EN779 verifica il filtro attraverso un test durante il quale viene dotato di carica elettrostatica.

La ISO 16890 esegue lo stesso test aggiungendo però la verifica anche con il filtro scaricato dall’elettricità statica.

Questo aiuta a verificare la durata effettiva del filtro. Il risultato finale sarà la media dei 2 test effettuati.

 

Migliore leggibilità rispetto all’impatto sulla salute:

Il nuovo standard impiega inquinanti più precisi come parametro di riferimento.

La classificazione dei filtri dipenderà dal diametro delle particelle compreso tra 0,3 μm e 10 μm.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha identificato la particella PM1 (diametro delle particelle inferiore a 1μm) come la più pericolosa per la salute, poiché si deposita in profondità nei polmoni.

 

Questa nuova considerazione degli inquinanti porta alla classificazione secondo 4 categorie:

CATEGORIA 1 – ePM1 per particelle con un diametro inferiore a 1 μm come virus, gas di scarico e nanoparticelle

CATEGORIA 2 – ePM2.5 per particelle con diametro inferiore a 2,5 μm come batteri, spore

CATEGORIA 3 – ePM10 per particelle con un diametro inferiore a 10μm come polline, polvere

CATEGORIA 4 – Grossa per particelle con un diametro superiore a 10μm come sabbia, capelli

 

La nuova normativa è obbligatoria su un intervallo di portate da 900 m3/ha 5400 m3/h.

 

Aldes ha deciso di estendere l’adeguamento normativo a tutte le unità di ventilazione.

 

Al link di seguito trovate un video (per ora solo in francese) che riassume la nuova normativa: ISO-16890


30 Maggio 2019